Il Principe Imperiale Ortodosso Roberto d’Amato, quando era consigliere comunale a Moraro fece approvare una delibera di solidarietà sulla repressione e genocidio del Tibet.

In questa delibera di solidarietà io come consigliere comunale invitavo le autorità Cinesi a riprendere il dialogo con i rappresentanti del popolo tibetano, in primis con il Dalai Lama, al fine di giungere a una soluzione pacifica e condivisa, che tenga conto delle istanze di autonomia della popolazione tibetana.

Anche se i troppi interessi economici, che coinvolgono la Cina, gli Stati Uniti e l’Europa, fanno sì che libertà del popolo tibetano si allontani sempre più, facendo prevalere come logica il mercato o l’economia sulla realtà politica.

Copyright © 2020 I Marchi, Immagini e testi presenti sul sito appartengono ai rispettivi proprietari.

Translate Now »