Il barone si ricollega al teutonico freiherr, precisamente uomo libero alle dipendenze del Re. Nel sistema feudale comparve con il nome generico Nato, qualsiasi persona che era legato all Ordine feudale, con forti legami con il sovrano.

In seguito il significato mutò. I Baroness Maiores e cioè i Vassalli, e i Baroni Minores che erano i primi fra i Vassalli minori. Nell’Italia del Nord, era individuato come Signore di un feudo, nella sua baronia oltre il titolo corrispondente, al quale erano inseriti altri titoli.
Il titolo alla fine seguì l’uso germanico divenendo un titolo onorifico e non più di dominio.

Nell’Italia meridionale il titolare di baronie era molto importante dopo il titolo di conte come gerarchia, ribadito anche nelle Costituzioni Normanne, mentre i baroni minori erano quelli che ricevevano la baronia dei precedenti.
Il sistema Francese prevedeva che il titolo di barone avesse il dominio di due bar Castellane.

In Spagna il titolo di barone divenne un titolo onorifico acquistabile dai proprietari terrieri o da persone di un certo ceto.

Copyright © 2020 I Marchi, Immagini e testi presenti sul sito appartengono ai rispettivi proprietari.

Hai bisogno di una consulenza araldica?

Come PRINCIPE REALE ho facoltà di CONFERIRE TITOLI NOBILIARI, CAVALIERATI NOBILIARI NON NAZIONALI, RICONOSCERE TITOLI NOBILIARI, CONCEDERE LAUREE HONORIS CAUSA. Clicca qui per accedere alla sentenza della Corte Suprema di Giustizia Nobiliare Arbitrale Tribunale Nobiliare Internazionale di Bari

Sono il Principe Duca Roberto d'Amato Zaffiri dei Paleologo di Teschen

Compila i dati richiesti

Verrai contattato quanto prima








*Acconsento alla Privacy Policy

Translate Now »