Il titolo di Cavaliere e in seguito di Cavaliere ereditario, traeva origine dalla sua antichissima origine nell’equestre dei Romani

Altro non era che un appellativo generico dei nobili, e cioè affermavano i giuristi un titolo di onore che si accordava ai gentiluomini di prima condizione come duchi, marchesi, conti e baroni, ed a quelli che avevano le prime onorificenze nella spada o nella riga.

Nel regno sabaudo il titolo di cavaliere nobile assunse una sua precisa collocazione che spettava ai cadetti di solito. In Spagna, Lombardia, Sicilia, Sardegna assunse una qualifica particolare divenendo un titolo nobiliare ereditario e trasmissibile, in pratica un vero e proprio autonomo titolo nobiliare.

Questo titolo sotto la Austria assunse una notevole importanza. Gli Imperatori austriaci lo diedero soprattutto ai sudditi fedeli.
Anche con Napoleone, questo titolo, fu di basilare importanza. Solitamente veniva assegnato in battaglia a coloro che si erano distinti in particolari atti di eroismo.

Copyright © 2020 I Marchi, Immagini e testi presenti sul sito appartengono ai rispettivi proprietari.

Hai bisogno di una consulenza araldica?

Come PRINCIPE REALE ho facoltà di CONFERIRE TITOLI NOBILIARI, CAVALIERATI NOBILIARI NON NAZIONALI, RICONOSCERE TITOLI NOBILIARI, CONCEDERE LAUREE HONORIS CAUSA. Clicca qui per accedere alla sentenza della Corte Suprema di Giustizia Nobiliare Arbitrale Tribunale Nobiliare Internazionale di Bari

Sono il Principe Duca Roberto d'Amato Zaffiri dei Paleologo di Teschen

Compila i dati richiesti

Verrai contattato quanto prima








*Acconsento alla Privacy Policy

Translate Now »