Il titolo di Duca è molto prestigioso, storicamente collocato in un contesto storico-giuridico preciso.

Il nome deriva dal DUX del tardo impero romano, rappresentato  da un comandante militare di alto rilievo, con grandi territori da controllare cioè (dux limitum), il dux,capo di una determinato territorio esercitava un azione civile e militare.Il Dux era il più alto collaboratore militare del Sovrano, che gli affidava la difesa di territori molto estesi e nel caso dei duchi Longobardi avevano una grandissima autonomia, con un esercito che gli giurava fedeltà assoluta.

Avevano autorità sull’amministrazione finanziaria del demanio e sulle imposte Regie.Con l’avvento di Carlo Magno Re dei Franchi, il titolo di Duca non fu più usato come prima, sopravvisse in Germania. Nel XV  secolo il titolo di Duca ricompare grazie agli  Imperatori del Sacro Romano Impero, che volevano grossi territori a loro fedeli.

I Visconti, i Savoia e successivamente gli Estensi, il principe imperiale non concedeva quasi mai il titolo di principe, quello di marchese era raro nei ducati, almeno fino al 1500, al massimo quello di conte.

Nel regno di Napoli il titolo di  duca era largamente usato, ma il potere era molto limitato dal Sovrano, tuttavia era molto ambito perché era il più alto in grado come titolo dopo quello del principe sovrano.

In Germania,Austria e Russia, infine si sviluppò il titolo di Arciduca o di Granduca, per distinguere ed indicare i membri della casa regnante senza predicato feudale.

Copyright © 2020 I Marchi, Immagini e testi presenti sul sito appartengono ai rispettivi proprietari.

Translate Now »