Il titolo di nobile nella gerarchia nobiliare era il più basso, anche se la Consulta Araldica dello Stato Italiano riformò l’uso di questo titolo, solo al maschio primogenito.

I cadetti dovevano aggiungere “nobile dei”, mentre prima il primogenito e il padre avevano il diritto di fregiarsi del titolo di nobile, i figli cadetti avevano il diritto di usare il titolo di cavaliere.

Consulta araldica riforma nel 1870

Copyright © 2020 I Marchi, Immagini e testi presenti sul sito appartengono ai rispettivi proprietari.

Hai bisogno di una consulenza araldica?

Come PRINCIPE REALE ho facoltà di CONFERIRE TITOLI NOBILIARI, CAVALIERATI NOBILIARI NON NAZIONALI, RICONOSCERE TITOLI NOBILIARI, CONCEDERE LAUREE HONORIS CAUSA. Clicca qui per accedere alla sentenza della Corte Suprema di Giustizia Nobiliare Arbitrale Tribunale Nobiliare Internazionale di Bari

Sono il Principe Duca Roberto d'Amato Zaffiri dei Paleologo di Teschen

Compila i dati richiesti

Verrai contattato quanto prima








*Acconsento alla Privacy Policy

Translate Now »