La nobiltà di Cortesia, fu una brutta consuetudine che si sviluppò alla Corte di Francia nel 1600, erano titoli che venivano assegnato per gentilezza o mondanità, l’intento del re Sole era di relegare la nobiltà a Versailles per tenerla sotto controllo, quindi l’uso di titoli non documentati era diffuso alla Corte di Francia con Luigi XIV.

Questo avveniva o perché i documenti andavano distrutti o smarriti per vicende belliche o incendi accidentali, poi avveniva che certi proprietari terrieri rivendicavano titoli nobiliari mai ricevuti dal Sovrano, come prevedeva il diritto feudale.Altra pratica ammessa in Francia la nobiltà per usucapione, che pure era ammessa nel regno di Francia.

Comunque a Corte il Re tollerava il titolo, ma legalmente non valeva, erano privi di fondamento giuridico.
Questo fenomeno si estese in tono minore alle altre corti in maniera molto più contenuta.

Copyright © 2020 I Marchi, Immagini e testi presenti sul sito appartengono ai rispettivi proprietari.

Translate Now »