Visita privata a Carpi del Principe Reale Roberto d’Amato dei Paleologo di Teschen, Cavlaiere di Gran Croce dell’Ordine dei Templari: si è trattenuto in città due giorni visitando il centro storico, il Castello e la Cattedrale.

Sua Altezza Reale e Imperiale Roberto d’Amato, ha detto di mantenere rapporti di cordialità con i due discendenti dei Savoia residenti in Italia, Emanuele Filiberto Amedeo d’Aosta e ha precisato che, pur nel rispetto della Repubblica italiana, è favorevole a una revisione costituzionale per rendere possibile l’indizione di un referendum popolare per il ripristino di una forma di Monarchia costituzionale e federale analoga a quelle esistenti in Belgio, Olanda, Spagna, Inghilterra e Svezia.

“Mi rendo conto – ha aggiunto il Principe Roberto d’Amato che ha le sue proprie residenze nobiliari a Gorizia e Monfalcone – che il ricordo che gli italiani hanno dell’ultimo re d’Italia Vittorio Emanuele, fuggito da Roma, e di sui figlio Umberto, che preferì lasciare l’Italia per rifugiarsi in Portogallo all’indomani del Referendum, non è dei migliori, ma c’è ancora in Italia una dinastia con una storia, un prestigio e uomini nuovi che hanno un concetto di Patria e Nazione. Dinastia che si rifà alle moderne forme di monarchie esistenti in altri paesi europei e che nessuno contesta poiché costituzionali e rispettose dei diritti dei cittadini”.

Articolo di Cesare Pradella


Copyright © 2021 I Marchi, Immagini e testi presenti sul sito appartengono ai rispettivi proprietari.

Translate Now »